Straordinariamente Ordinaria Vercelli

E' partito "Straordinariamente Ordinaria Vercelli", un progetto realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell'ambito dell'edizione 2016 di OPEN.
Di cosa si tratta? Tre Musei (Fondazione Tesoro del Duomo Vercelli, Museo Francesco Borgogna e Museo Leone), l' Ufficio Beni Culturali Arcidiocesi Vercelli e due partner come Aurive e Art in the City Milano lavoreranno insieme per portare un nuovo pubblico negli spazi museali.
Nel mese di giugno il pubblico sarà coinvolto in visite in cui il linguaggio teatrale farà da guida nella scoperta di tesori che si rivelano inaspettati nel loro essere poco conosciuti dal grande pubblico.
Nei mesi di marzo e aprile si svolgeranno alcuni workshop gratuiti che coinvolgeranno 30 giovani, i quali potranno apprendere le tecniche e mettersi in gioco nella progettazione partecipata delle visite
teatralizzate per il pubblico, in programma per giugno.

I giovani under 35 interessati al percorso devono inviare entro il 28 febbraio la propria candidatura, seguendo le indicazioni dell'avviso pubblicato sul dito dedicato del progetto: www.straordinariamentevercelli.it

Iscriviti su www.cliclavoro.gov.it e partecipa il 5 dicembre a Vercelli al “Job Day”: l’occasione per conoscere la tua opportunità di lavoro!

Vercelli è tra le tre città italiane selezionate come tappa di “Job Day - Appuntamento con il lavoro” organizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nell’ambito delle nuove politiche attive del lavoro. L’obiettivo è la promozione dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro per i giovani, mettendo in contatto diretto giovani e aziende del territorio.
 

Leggi tutto: Iscriviti su www.cliclavoro.gov.it e...

Il 13 agosto 2015

L'Overshoot Day, il giorno in cui l'umanità ha consumato il budget di natura disponibile per l'intero anno, nel 2015 scatta il 13 agosto. Nel 2000 cadeva ai primi di ottobre.
Questa data rappresenta l’ingiustizia di produrre e consumare più di quanto ci permettano le nostre possibilità. Più di quanto ci serva, non tenendo conto di quella parte di mondo che non si ciba a sufficienza.
Ognuno di noi contribuisce allo spreco. Ognuno di noi può anche decidere di modificare le proprie scelte quotidiane in modo da lasciare al mondo un’impronta diversa, meno impattante sull’ambiente.
Questa è una scelta auspicabile, perché l’ambiente è il posto che ci ha accolto, il posto in cui siamo cresciuti e viviamo assieme agli altri.

Da tutte queste considerazioni è nato il tavolo di lavoro per la Festa dei Popoli 2015.
Questo tavolo di lavoro ha lo scopo di rendere tutti noi più consapevoli dei danni che procuriamo all’ambiente e ci auguriamo che dia anche degli spunti per cambiare comportamenti dannosi.
Partendo dal progetto del tavolo di lavoro, è nata l’idea di scrivere un articolo, al fine di lasciare qualcosa di tangibile che rimanga anche dopo la fine della Festa dei Popoli 2015.

Questo articolo si pone due obiettivi. Il primo è quello di permettere ai ragazzi di approfondire anche da soli gli argomenti affrontati al tavolo di lavoro. Il secondo è quello di fornire uno spunto per gli insegnanti che possono utilizzare questi materiali per creare un percorso da affrontare con la classe.
Si troveranno quindi le attività che si svolgeranno al tavolo di lavoro con degli approfondimenti in più.
 
Ecco le attività che verranno presentate al Tavolo di Lavoro del Servizio Civile.

1.      Video che aiuta a prendere coscienza della produzione di cibo più elevata rispetto a quello che serve, il poco rispetto per gli animali, il cibo spazzatura, la spesa scorretta e l’alimentazione non bilanciata con conseguente aumento dell’obesità:  https://vimeo.com/73234721
E tu, cosa vedi in questo video?

2.    Educational game per capire tutta la catena di lavoro e soldi che c’è dietro a ciò che compriamo: Gioco della tavoletta di cioccolato. A ogni gruppo verranno consegnate le istruzioni del gioco.
Una volta svolto il gioco, ti chiediamo: pensi che sia giusto suddividere così il guadagno? Nel tuo piccolo ma importante ruolo di consumatore, cosa puoi fare per opporti a questo e migliorare un po’ le cose? Nello specifico, vuoi essere consumatore o CONSUMATTORE?

3.  Video in inglese con trascrizione sotto del testo per scoprire cosa significa impronta ecologica e capire l’entità dei danni che si procurano al nostro pianeta: https://www.youtube.com/watch?v=XBHW3zlkY44

Che riflessioni ti suscita questo video ed eventualmente il risultato sull’impronta ecologica individuale? Pensi di cambiare stile di vita?

4.  per scoprire qualcosa in più sul 13 agosto 2015, per vedere video in inglese sull’impronta ecologica (possibilità di attivare i sottotitoli in inglese) e avere spunti su attività per la classe: http://www.overshootday.org/
Vuoi esercitare l’inglese con senso civico? Ecco la soluzione!!

5.   Piccoli suggerimenti per modificare scelte di vita che danneggiano l’ambiente in cui viviamo:

E, per finire:

Decalogo del consumo... sostenibile

1.   Compra di meno: compra ciò che è indispensabile, perché ogni prodotto comporta un consumo di natura, di energia, di tempo e di lavoro.
2.   Compra leggero: scegli prodotti con meno imballaggi. Meno imballaggi implica un minor consumo di natura, energia, tempo e lavoro di produzione, nonché un minor costo del prodotto stesso.
3.   Compra durevole: cambiando meno auto, meno mobili e vestiti, si dimezza il costo in natura, in energia, in tempo e in lavoro.
4.   Compra semplice: in genere gli oggetti più sofisticati sono più fragili, meno riparabili, meno duraturi.Sobrietà e semplicità sono qualità di bellezza.
5.   Compra vicino:comprare prodotti della propria regione riduce i danni ambientali dovuti ai trasporti e rafforza l'economia locale.
6.   Compra sano:compra cibi freschi, di stagione, prodotti con metodi biologici, senza conservanti né coloranti, anche se costano di più. Infatti la salute delle persone e dell'ambiente non ha prezzo.
7.   Compra più giusto: preferire prodotti equi e solidali significa spesso far raddoppiare il reddito dei piccoli produttori dei paesi poveri, pagando poco di più. Il rispetto delle persone non ha prezzo.
8.   Compra prudente: presta attenzione alle modalità di produzione e commercializzazione di prodotti di alcuni grandi complessi industriali. Per inseguire il denaro, vengono nascosti danni alla salute e all'ambiente.
9.   Compra sincero: evita i prodotti troppo reclamizzati, perché la pubblicità la paga il consumatore. Meglio investire i soldi per un consumo più responsabile.Spesso prodotti sani e giusti non hanno la possibilità di essere pubblicizzati.
10.  Investi in consapevolezza: investendo nell'efficienza energetica puoi dimezzare i consumi e i danni delle energie fossili come carbone petrolio.

Bibliografia

1.      Wackernagel M. - Rees W., L'impronta ecologica, Edizioni Ambiente, Milano 1996.
2.     Durning A., Quanto basta? La società dei consumi e il futuro della terra, ed. Franco Angeli.
3.     Saroldi A., Giusto Movimento, EMI, Bologna 1997 (2° ed.)
4.     Valer A., Bilanci di giustizia. Famiglie in rete per consumi leggeri, EMI, Bologna 2000.
5.     CNMS, Ai figli del pianeta, EMI, Bologna 1998.

Sitografia

1.      www.wwf.it(sezione scuola)
2.     www.legambiente.com(sezione scuola)
3.     http://iamecofoundation.org/
4.     http://www.theoceancleanup.com/?gclid=CL6Nypya3scCFUGfGwodqOoHxA
5.     http://www.feedprojects.com/
6.     http://ifoodshare.org/
7.     http://www.nonsprecare.it/
8.     http://m.qualenergia.it/
9.     http://www.tecnologiesostenibili.it/
10.   http://insideclimatenews.org/
11.    http://www.goodplanet.org/
12.   http://www.slowfood.it/
13.   http://supersizeme.com/
14.   http://www.jamieoliver.com/savewithjamie/

Videografia

1.      https://m.youtube.com/user/iamecowarrior
2.     https://m.youtube.com/watch?v=zDnJhlozDIE        BARAKA film
3.     https://m.youtube.com/watch?v=I1fQ-3-CEFg         HOME film
 
Campagna Bilanci di Giustizia
Via Trieste 82, Venezia-Marghera, Tel.: 041 5381479, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.e sito web: http://www.bdg.3000.it
È possibile rihiedere il materiale sul bilancio di giustizia per la scuola media.
 
Buona riflessione e buon approfondimento con le attività proposte dai Giovani volontari del Servizio Civile!
 
L’unità didattica dura circa un’ora. I giovani di Serviziocivilevercelli sono a disposizione per animare in aula il percorso.

Credits:

Video, giochi e lavoro di gruppo: Giorgia Cignetti, Stefania Lanciotti,Stefano Zarino, Stefania Giove, Enrico Carenzo, Cristina Bessich, Ilenia Musarra.
Rielaborazione decalogo: Enrico Carenzo, Ilenia Musarra.
Tratto dal libro “L’economia giocata” di M. Morozzi, A. Valer.
Grafica: Cristina Bessich.
Supervisione: Danilo Fiacconi.
Articolo scritto da Ilenia Musarra con la collaborazione di Enrico Carenzo.

The People's Pilgrimage - Goodbye!

Mercoledì 28 ottobre noi ragazzi del Servizio Civile abbiamo trascorso l'intera giornata con i pellegrini di The People's Pilgrimage, evento promosso da FOCSIV con il titolo "Una Terra, Una Famiglia Umana.
La giornata è cominciata alle ore 11 in cripta S.Andrea, dove ci aspettava l'appuntamento con i ragazzi delle scuole superiori e diverse discussioni che rendessero molto più chiaro l'argomento chiave dell'evento: il cambiamento climatico.

Dopo le presentazioni di alcuni docenti e ricercatori del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell'Università del Piemonte Orientale che hanno illustrato le componenti scientifiche basilari in merito alle energie e alle problematiche del surriscaldamento climatico (su cui verterà COP21) abbiamo potuto ascoltare l'esperienza di Yeb Sano, il cuore di The People's Pilgrimage che, con una bellissima presentazione accompagnata da immagini di forte impatto e le note di "Somewhere over the rainbow" di Israel Kamakawiwo'ole, è riuscito a ricreare un'atmosfera emozionante in tutta la cripta.


Terminata la mattinata in cripta e separatisi dagli studenti degli istituti superiori, noi ragazzi del Servizio Civile ed i pellegrini abbiamo raggiunto il seminario, pronto ad accoglierci con un gustosissimo pranzo cruelty free preparato con la collaborazione di Legambiente: un momento conviviale che, come citava una vecchia pubblicità di un tè, è stato "Buono qui (sul palato) e buono qui (sul cuore)".





Successivamente il gruppo ha fatto una breve visita della nostra città come preludio all'evento simbolo di chiusura della tappa vercellese in parco Kennedy dove, sporcandoci tutti letteralmente le mani, abbiamo piantato un frassino al quale è stata messa una collana fatta di filtri per il rilievo dell'inquinamento con la speranza che, crescendo, l'albero possa spezzare questa catena che oggi ancora rappresentano il cambiamento climatico e le emissioni nocive (soprattutto di CO2) per il nostro pianeta.














Dopo aver riaccompagnato i pellegrini in seminario per un ultimo incontro (fatto di riflessioni e saluti colmi di buoni auspici) abbiamo tutti terminato la nostra lunga giornata sì affaticati ma da un piacevole peso creato da un'indimenticabile ricordo in più nel cuore.


 

Ad accogliere The people's pilgrimage è stata la Diocesi di Vercelli - in particolare la Pastorale sociale, del lavoro e per la custodia del creato, e la Pastorale universitaria - con la collaborazione di Arpa Piemonte, l'associazione Amici della via Francigena, Legambiente e Pro Natura del Vercellese, Masci e Agesci Vercelli e i Giovani del Servizio Civile del Comune di Vercelli.


Per vedere tutte le foto dell'evento, sfoglia il nostro album "The People's Pilgrimage" sulla pagina FB di Servizio Civile Vercelli!

The People's Pilgrimage - Welcome!

Nella giornata di ieri, 27 ottobre, anche i ragazzi del Servizio Civile e Danilo Fiacconi hanno dato il benvenuto ai pellegrini dell'evento "The People's Pilgrimage" giunti da Novara attraversando il ponte del Sesia!Dopo le prime piccole difficoltà dovute al non poter noi prevedere con esattezza l'orario di arrivo dei pellegrini (possiamo riassumere con un "Ci siamo trovati dopo esserci a lungo cercati") che ci ha quindi portato a fare un nostro mini-pellegrinaggio alla ricerca del Pellegrinaggio, abbiamo incontrato il gruppo in corso Italia. Il primo approccio è stato decisamente informale ed emozionante: eravamo persone sconosciute, provenienti da diverse parti del mondo, che senza alcuna proforma si incontravano in un abbraccio ed un "Benvenuti a Vercelli!".

Dopo aver scambiato qualche parola sul cammino, sulla stanchezza, su chi fossimo e cosa facessimo noi ragazzi del Servizio Civile, e dopo aver conosciuto Yeb Sano, la prima radice di questo forte albero, abbiamo accompagnato il gruppo presso l'Istituto Sacro Cuore dove avrebbero trovato una casa temporanea per la notte.

Ci siamo poi salutati per lasciarli liberi di prepararsi all'incontro serale in Seminario dove li aspettava un momento conviviale grazie al quale potersi rifocillare e presentarsi ai partecipanti raccontando la loro esperienza.

 

Oggi, 28 ottobre, ci ritroveremo alle ore 11 alla Cripta S.Andrea dove il gruppo ed alcuni docenti universitari racconteranno ai ragazzi delle superiori le motivazioni alla base della nascita di questa esperienza e successivamente nel pomeriggio, dopo un altro incontro conviviale in seminario, saremo al Parco Kennedy a piantare un albero come simbolo di questo evento e del suo passaggio nella nostra città.
Venite anche voi a vivere la città!

Cammini giovani: laboratori creativi per italiani e stranieri


Proposte interculturali su tematiche legate al dialogo, all'integrazione e alle relazioni, a cura della  Pastorale universitaria della diocesi di Vercelli, in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale, il Comune e la Prefettura di Vercelli.
 
Il progetto è rivolto a tutti i giovani del territorio: studenti universitari italiani e stranieri,  per i quali è stato proposto il riconoscimento di  crediti formativi, studenti degli ultimi anni delle scuole secondarie di II grado, giovani residenti nel comune di Vercelli e giovani migranti, tra cui richiedenti o titolari di asilo.
L'itinerario sarà basato su differenti attività espressive: disegno, pittura, grafica volti alla realizzazione di libri d'artista; arti teatrali e cinematografiche.
Gli incontri-laboratorio saranno a cadenza settimanale, il mercoledì dalle ore 17,30 alle ore 19,30, presso i locali del Seminario Arcivescovile di Vercelli, Piazza sant'Eusebio 10, a partire da mercoledì 15 marzo.
Ad affiancare Alfonsina Zanatta, responsabile della Pastorale Universitaria, saranno Davide Motto e Giuseppe Sabatino per la parte teatrale, Daniela Alberti e Roberto Gianinetti per quella grafico-artistica, e Matteo Bellizzi per l'ambito documentaristico e cinematografico.
L'intero percorso, che si concluderà con la Festa popoli del prossimo autunno, prevede varie aperture al pubblico in luoghi significativi della città.
Alcune performance saranno inserite anche all'interno delle serate organizzate per TANDEM, altra iniziativa promossa dagli stessi enti e finalizzata alla pratica della lingua straniera attraverso scambi linguistici tra persone di diversa lingua madre desiderose di approfondire le loro conoscenze rispetto all'altra lingua.  

Il Progetto prevede tre tappe di formazione, a cura di docenti dell'Università del Piemonte Orientale (h 11.30-13.30, Seminario Arcivescovile):
lunedì 20 febbraio: Imparare l'italiano, bene comune, con interventi dei professori Andrea  Baldissera e Umberto Capra;
mercoledì 1 marzo: Immigrazione qui, oggi. Profili giuridici. Modera il professor Roberto Mazzola;
martedì 7 marzo: Dinamiche relazionali in gruppi multiculturali, a cura della professoressa Patrizia Zeppegno e  del suo staff.
A tali incontri sono invitati tutti gli interessati agli interventi a favore della popolazione straniera residente e dei titolari di protezione internazionale e umanitaria, tra cui educatori, docenti e studenti universitari e di istituti superiori, operatori dei Centri di Accoglienza. Nell'incontro del 1° marzo interverranno anche il Prefetto di Vercelli, la dott.ssa Maria Rosa Trio, ed esponenti dell'Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione.

per info e iscrizioni:
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    Web: www.vercelligiovani.it   Social: Facebook.com/vercelligiovani  e passando all'Informagiovani.

Neve Shalom Wahat al Salam, un’oasi di pace: il racconto a Vercelli di un’esperienza unica

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Vercelli organizza per la giornata di martedì 8 maggio p.v., in collegamento con la Giornata dei Giusti dell’Umanità, tenutasi nel marzo scorso, un incontro di presentazione dell’esperienza di Neve Shalom – Wahat as-Salam, il villaggio israeliano in cui convivono famiglie ebree e palestinesi di cittadinanza israeliana, tutte di cittadinanza israeliana.

Leggi tutto: Neve Shalom Wahat al Salam, un’oasi di...

6 marzo: Settimana dei Giusti 2018 - La notte dei diritti umani

Avviamo le celebrazioni per la Giornata dei Giusti - 6 marzo - con il video realizzato dai ragazzi del Servizio Civile 2018. Tratta dal libro "Dichiarazione" di Roberto Malini, la poesia "La notte dei diritti umani" è incentrata sui temi della giustizia e del rispetto dei diritti umani universali.

Leggi tutto: 6 marzo: Settimana dei Giusti 2018 -...

Giornata dei Giusti - 9 Marzo 2017 - Tutti i video dell'evento

Il 9 marzo 2017, al parco Iqbal di Vercelli, (Corso Marconi, angolo Via Torricelli) si è svolta la celebrazione della giornata europea dei Giusti.

Le autorità del territorio vercellese, tra cui il Sindaco Maura Forte e l'assessore alle politiche giovanili Andrea Raineri hanno parlato. Rappresentanti di molte associazioni hanno lasciato un messaggio, alcuni personalmente, altri hanno inviato una lettera a distanza che è stata letta sul posto.

Leggi tutto: Giornata dei Giusti - 9 Marzo 2017 -...

Chi salva una vita salva il mondo intero. "Giornata europea dei giusti" 9 marzo 2017

Giovedì 9 marzo intorno alle ore 10,15 al parco Iqbal Masih di Vercelli hanno avuto luogo le celebrazioni per la “Giornata europea dei Giusti”, ricorrenza istituita nel 2012 che si propone di rendere omaggio agli uomini e alle donne che, in situazioni di gravi ingiustizie, violenze o discriminazioni, hanno rischiato la propria vita per salvare quella di altre persone. La giornata si è svolta in continuità con quella celebrata presso la scuola Pertini lunedì 6 marzo e in collaborazione con i docenti della medesima scuola.
 
La giornata, a cura del Comune di Vercelli - Assessorato all’Istruzione e Politiche giovanili - è iniziata con il suono coinvolgente della musica di “Schindler’s list”, il celeberrimo film di Spielberg sul tema della Shoah, eseguita dal flauto traverso di Anita Giocondo, che ha accompagnato la performance dei volontari del servizio civile e le letture di Ettore Cassetta. I ragazzi hanno legato un fiocco rosso intorno ciliegi piantati in ricordo dei giusti: Carlo Angela,Padre Giuseppe Girotti, Giovanni Palatucci, Khaled al Asaad, Ercole e Gina Piana, già ricordati nel 2016, e Tadeusz Pankiewicz e i cittadini di Nevé Shalom - Wahat as-Salam, scelti per il 2017.

Leggi tutto: Chi salva una vita salva il mondo...

Padre Giuseppe Minghetti

La seconda figura di Giusto che abbiamo deciso di approfondire durante la Settimana dei Giusti 2018 è padre Giuseppe Minghetti, missionario vercellese da anni impegnato in svariate missioni in favore degli Ultimi in molte parti del mondo. In particolare ci siamo interessati alla missione che egli ha svolto in Ruanda nel 1994, grazie alla quale è riuscito a portare in salvo in Italia una sessantina di bambini.

Leggi tutto: Padre Giuseppe Minghetti

VERCELLI GIOVANI

VERCELLI GIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
INFORMAGIOVANI

INFORMAGIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 800
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI
Lunedì 9.30-12.30
Mercoledì 14-17
Venerdì 9.30-12.30
SERVIZIOCIVILEVERCELLI

SERVIZIOCIVILEVERCELLI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
Tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.