The People's Pilgrimage - Goodbye!

Mercoledì 28 ottobre noi ragazzi del Servizio Civile abbiamo trascorso l'intera giornata con i pellegrini di The People's Pilgrimage, evento promosso da FOCSIV con il titolo "Una Terra, Una Famiglia Umana.
La giornata è cominciata alle ore 11 in cripta S.Andrea, dove ci aspettava l'appuntamento con i ragazzi delle scuole superiori e diverse discussioni che rendessero molto più chiaro l'argomento chiave dell'evento: il cambiamento climatico.

Dopo le presentazioni di alcuni docenti e ricercatori del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell'Università del Piemonte Orientale che hanno illustrato le componenti scientifiche basilari in merito alle energie e alle problematiche del surriscaldamento climatico (su cui verterà COP21) abbiamo potuto ascoltare l'esperienza di Yeb Sano, il cuore di The People's Pilgrimage che, con una bellissima presentazione accompagnata da immagini di forte impatto e le note di "Somewhere over the rainbow" di Israel Kamakawiwo'ole, è riuscito a ricreare un'atmosfera emozionante in tutta la cripta.


Terminata la mattinata in cripta e separatisi dagli studenti degli istituti superiori, noi ragazzi del Servizio Civile ed i pellegrini abbiamo raggiunto il seminario, pronto ad accoglierci con un gustosissimo pranzo cruelty free preparato con la collaborazione di Legambiente: un momento conviviale che, come citava una vecchia pubblicità di un tè, è stato "Buono qui (sul palato) e buono qui (sul cuore)".





Successivamente il gruppo ha fatto una breve visita della nostra città come preludio all'evento simbolo di chiusura della tappa vercellese in parco Kennedy dove, sporcandoci tutti letteralmente le mani, abbiamo piantato un frassino al quale è stata messa una collana fatta di filtri per il rilievo dell'inquinamento con la speranza che, crescendo, l'albero possa spezzare questa catena che oggi ancora rappresentano il cambiamento climatico e le emissioni nocive (soprattutto di CO2) per il nostro pianeta.














Dopo aver riaccompagnato i pellegrini in seminario per un ultimo incontro (fatto di riflessioni e saluti colmi di buoni auspici) abbiamo tutti terminato la nostra lunga giornata sì affaticati ma da un piacevole peso creato da un'indimenticabile ricordo in più nel cuore.


 

Ad accogliere The people's pilgrimage è stata la Diocesi di Vercelli - in particolare la Pastorale sociale, del lavoro e per la custodia del creato, e la Pastorale universitaria - con la collaborazione di Arpa Piemonte, l'associazione Amici della via Francigena, Legambiente e Pro Natura del Vercellese, Masci e Agesci Vercelli e i Giovani del Servizio Civile del Comune di Vercelli.


Per vedere tutte le foto dell'evento, sfoglia il nostro album "The People's Pilgrimage" sulla pagina FB di Servizio Civile Vercelli!

The People's Pilgrimage - Welcome!

Nella giornata di ieri, 27 ottobre, anche i ragazzi del Servizio Civile e Danilo Fiacconi hanno dato il benvenuto ai pellegrini dell'evento "The People's Pilgrimage" giunti da Novara attraversando il ponte del Sesia!Dopo le prime piccole difficoltà dovute al non poter noi prevedere con esattezza l'orario di arrivo dei pellegrini (possiamo riassumere con un "Ci siamo trovati dopo esserci a lungo cercati") che ci ha quindi portato a fare un nostro mini-pellegrinaggio alla ricerca del Pellegrinaggio, abbiamo incontrato il gruppo in corso Italia. Il primo approccio è stato decisamente informale ed emozionante: eravamo persone sconosciute, provenienti da diverse parti del mondo, che senza alcuna proforma si incontravano in un abbraccio ed un "Benvenuti a Vercelli!".

Dopo aver scambiato qualche parola sul cammino, sulla stanchezza, su chi fossimo e cosa facessimo noi ragazzi del Servizio Civile, e dopo aver conosciuto Yeb Sano, la prima radice di questo forte albero, abbiamo accompagnato il gruppo presso l'Istituto Sacro Cuore dove avrebbero trovato una casa temporanea per la notte.

Ci siamo poi salutati per lasciarli liberi di prepararsi all'incontro serale in Seminario dove li aspettava un momento conviviale grazie al quale potersi rifocillare e presentarsi ai partecipanti raccontando la loro esperienza.

 

Oggi, 28 ottobre, ci ritroveremo alle ore 11 alla Cripta S.Andrea dove il gruppo ed alcuni docenti universitari racconteranno ai ragazzi delle superiori le motivazioni alla base della nascita di questa esperienza e successivamente nel pomeriggio, dopo un altro incontro conviviale in seminario, saremo al Parco Kennedy a piantare un albero come simbolo di questo evento e del suo passaggio nella nostra città.
Venite anche voi a vivere la città!

Cammini giovani: laboratori creativi per italiani e stranieri


Proposte interculturali su tematiche legate al dialogo, all'integrazione e alle relazioni, a cura della  Pastorale universitaria della diocesi di Vercelli, in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale, il Comune e la Prefettura di Vercelli.
 
Il progetto è rivolto a tutti i giovani del territorio: studenti universitari italiani e stranieri,  per i quali è stato proposto il riconoscimento di  crediti formativi, studenti degli ultimi anni delle scuole secondarie di II grado, giovani residenti nel comune di Vercelli e giovani migranti, tra cui richiedenti o titolari di asilo.
L'itinerario sarà basato su differenti attività espressive: disegno, pittura, grafica volti alla realizzazione di libri d'artista; arti teatrali e cinematografiche.
Gli incontri-laboratorio saranno a cadenza settimanale, il mercoledì dalle ore 17,30 alle ore 19,30, presso i locali del Seminario Arcivescovile di Vercelli, Piazza sant'Eusebio 10, a partire da mercoledì 15 marzo.
Ad affiancare Alfonsina Zanatta, responsabile della Pastorale Universitaria, saranno Davide Motto e Giuseppe Sabatino per la parte teatrale, Daniela Alberti e Roberto Gianinetti per quella grafico-artistica, e Matteo Bellizzi per l'ambito documentaristico e cinematografico.
L'intero percorso, che si concluderà con la Festa popoli del prossimo autunno, prevede varie aperture al pubblico in luoghi significativi della città.
Alcune performance saranno inserite anche all'interno delle serate organizzate per TANDEM, altra iniziativa promossa dagli stessi enti e finalizzata alla pratica della lingua straniera attraverso scambi linguistici tra persone di diversa lingua madre desiderose di approfondire le loro conoscenze rispetto all'altra lingua.  

Il Progetto prevede tre tappe di formazione, a cura di docenti dell'Università del Piemonte Orientale (h 11.30-13.30, Seminario Arcivescovile):
lunedì 20 febbraio: Imparare l'italiano, bene comune, con interventi dei professori Andrea  Baldissera e Umberto Capra;
mercoledì 1 marzo: Immigrazione qui, oggi. Profili giuridici. Modera il professor Roberto Mazzola;
martedì 7 marzo: Dinamiche relazionali in gruppi multiculturali, a cura della professoressa Patrizia Zeppegno e  del suo staff.
A tali incontri sono invitati tutti gli interessati agli interventi a favore della popolazione straniera residente e dei titolari di protezione internazionale e umanitaria, tra cui educatori, docenti e studenti universitari e di istituti superiori, operatori dei Centri di Accoglienza. Nell'incontro del 1° marzo interverranno anche il Prefetto di Vercelli, la dott.ssa Maria Rosa Trio, ed esponenti dell'Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione.

per info e iscrizioni:
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    Web: www.vercelligiovani.it   Social: Facebook.com/vercelligiovani  e passando all'Informagiovani.

Neve Shalom Wahat al Salam, un’oasi di pace: il racconto a Vercelli di un’esperienza unica

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Vercelli organizza per la giornata di martedì 8 maggio p.v., in collegamento con la Giornata dei Giusti dell’Umanità, tenutasi nel marzo scorso, un incontro di presentazione dell’esperienza di Neve Shalom – Wahat as-Salam, il villaggio israeliano in cui convivono famiglie ebree e palestinesi di cittadinanza israeliana, tutte di cittadinanza israeliana.

Leggi tutto: Neve Shalom Wahat al Salam, un’oasi di...

6 marzo: Settimana dei Giusti 2018 - La notte dei diritti umani

Avviamo le celebrazioni per la Giornata dei Giusti - 6 marzo - con il video realizzato dai ragazzi del Servizio Civile 2018. Tratta dal libro "Dichiarazione" di Roberto Malini, la poesia "La notte dei diritti umani" è incentrata sui temi della giustizia e del rispetto dei diritti umani universali.

Leggi tutto: 6 marzo: Settimana dei Giusti 2018 -...

Giornata dei Giusti - 9 Marzo 2017 - Tutti i video dell'evento

Il 9 marzo 2017, al parco Iqbal di Vercelli, (Corso Marconi, angolo Via Torricelli) si è svolta la celebrazione della giornata europea dei Giusti.

Le autorità del territorio vercellese, tra cui il Sindaco Maura Forte e l'assessore alle politiche giovanili Andrea Raineri hanno parlato. Rappresentanti di molte associazioni hanno lasciato un messaggio, alcuni personalmente, altri hanno inviato una lettera a distanza che è stata letta sul posto.

Leggi tutto: Giornata dei Giusti - 9 Marzo 2017 -...

Chi salva una vita salva il mondo intero. "Giornata europea dei giusti" 9 marzo 2017

Giovedì 9 marzo intorno alle ore 10,15 al parco Iqbal Masih di Vercelli hanno avuto luogo le celebrazioni per la “Giornata europea dei Giusti”, ricorrenza istituita nel 2012 che si propone di rendere omaggio agli uomini e alle donne che, in situazioni di gravi ingiustizie, violenze o discriminazioni, hanno rischiato la propria vita per salvare quella di altre persone. La giornata si è svolta in continuità con quella celebrata presso la scuola Pertini lunedì 6 marzo e in collaborazione con i docenti della medesima scuola.
 
La giornata, a cura del Comune di Vercelli - Assessorato all’Istruzione e Politiche giovanili - è iniziata con il suono coinvolgente della musica di “Schindler’s list”, il celeberrimo film di Spielberg sul tema della Shoah, eseguita dal flauto traverso di Anita Giocondo, che ha accompagnato la performance dei volontari del servizio civile e le letture di Ettore Cassetta. I ragazzi hanno legato un fiocco rosso intorno ciliegi piantati in ricordo dei giusti: Carlo Angela,Padre Giuseppe Girotti, Giovanni Palatucci, Khaled al Asaad, Ercole e Gina Piana, già ricordati nel 2016, e Tadeusz Pankiewicz e i cittadini di Nevé Shalom - Wahat as-Salam, scelti per il 2017.

Leggi tutto: Chi salva una vita salva il mondo...

Padre Giuseppe Minghetti

La seconda figura di Giusto che abbiamo deciso di approfondire durante la Settimana dei Giusti 2018 è padre Giuseppe Minghetti, missionario vercellese da anni impegnato in svariate missioni in favore degli Ultimi in molte parti del mondo. In particolare ci siamo interessati alla missione che egli ha svolto in Ruanda nel 1994, grazie alla quale è riuscito a portare in salvo in Italia una sessantina di bambini.

Leggi tutto: Padre Giuseppe Minghetti

Cittadini di Wahat-as-Salam- Nevé Shalom

Una collina, in Israele. A metà strada tra Gerusalemme e Tel Aviv. Un sogno, che su questa collina ha messo radici dall’inizio degli anni Settanta. Un villaggio dal nome in ebraico e in araboNeve Shalom Wahat al-Salam. Ossia: “Oasi di pace”.
Una comunità intenzionale di famiglie (l’unica, in Israele), metà ebree e metà palestinesi, tutte di cittadinanza israeliana, che hanno scelto di abitare e far studiare i propri figli insieme. Dando vita a un modello concreto di coesistenza alla pari e aprendosi al resto del Paese e alle altre realtà, israeliane e palestinesi, che lavorano per costruire il dialogo.

Leggi tutto: Cittadini di Wahat-as-Salam- Nevé Shalom

Tadeusz Pankiewicz (1908-1993)

Era il settembre del 1939 quando, a seguito della campagna polacca che vede le forze naziste conquistare rapidamente il Paese, inizia l’occupazione di Cracovia e la persecuzione della popolazione ebraica in tutta la città. Nel maggio del 1940, viene ordinata una massiccia deportazione degli ebrei: degli oltre 68.000 di essi presenti a Cracovia, solo a 15.000 lavoratori con le famiglie è concesso di rimanere mentre i restanti sono costretti ad abbandonarla per essere “reinsediati” in aree circostanti. Il 3 marzo 1941 viene ufficialmente creato il ghetto, completamente isolato dal resto della città grazie all'edificazione di mura di cinta.

Leggi tutto: Tadeusz Pankiewicz (1908-1993)

Khaled al-Asaad (1932-2015)

“Non si può scrivere nulla su qualunque cosa abbia a che fare con Palmira senza fare riferimento a Khaled al-Asaad”. Queste parole di Amr al-Azm, professore universitario negli Usa ed ex dirigente del Dipartimento dei Musei e della Antichità siriane, chiariscono l’importanza del contributo di Khaled al-Asaad all’archeologia del 20esimo secolo.
Studioso di fama mondiale, Asaad è stato decapitato il 18 agosto dai miliziani dell’Isis, dopo aver dedicato tutta la vita al sito archeologico di Palmira, riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1980.

Leggi tutto: Khaled al-Asaad (1932-2015)

Ercole e Gina Piana (1896-1979, 1897-2000)

La famiglia Ottolenghi, composta da Guido, la moglie Eva Olivetti e le loro figlie Renata di 14 anni e Lidia di 12, dopo l’occupazione tedesca dell’Italia fuggì da Torino e trovò un primo rifugio nella zona di Champorcher, in provincia di Aosta.
Il 3 dicembre 1943 i tedeschi effettuarono un rastrellamento dell’intera zona, mirato in particolare all’individuazione e all’arresto degli ebrei.
Gli Ottolenghi riuscirono a lasciare il loro nascondiglio, ma erano braccati dalle milizie fasciste che cooperavano con i nazisti. Attraverso strade pericolose e innevate percorsero una ventina di chilometri giungendo nel paesino aostano di Bard.

Leggi tutto: Ercole e Gina Piana (1896-1979,...

Giovanni Palatucci (1909-1945)

Nasce a Montella, in provincia di Avellino, il 31 maggio 1909. Nel 1932, a ventitré anni, si laurea in giurisprudenza presso l’Università di Torino e nel 1936 si arruola come volontario nel ruolo di Vice Commissario di Pubblica Sicurezza a Genova. Alla fine del 1937 viene trasferito alla Questura di Fiume come responsabile anni successivi avrà incarichi di Commissario e di Questore-reggente dell’ufficio stranieri, ruolo che lo mette a contatto diretto con la dura realtà della condizione degli ebrei. In seguito assume l’incarico di Commissario e di Questore reggente e non si allontana da Fiume neanche quando il Ministero ne dispone, nell’aprile del 1939, il trasferimento a Caserta.

Leggi tutto: Giovanni Palatucci (1909-1945)

VERCELLI GIOVANI

VERCELLI GIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
INFORMAGIOVANI

INFORMAGIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 800
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI
Lunedì 9.30-12.30
Mercoledì 14-17
Venerdì 9.30-12.30
SERVIZIOCIVILEVERCELLI

SERVIZIOCIVILEVERCELLI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
Tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.