Il Blog dei ragazzi di Serviziocivilevercelli

Il progetto Pronti per gli altri è un progetto di servizio civile 2013/2014.

Viene attivato presso l'Ufficio Relazioni con il pubblico del Comune di Vercelli e coinvolge 2 volontari.

Per saperne di più, leggi gli allegati (sezione download).

Ma l'Urp... Cos'è???

Cartello dell'UrpMolte persone non sanno cos’è l’Urp…o meglio, che cosa non è! =D L’Urp, ovvero ufficio relazioni con il pubblico, si occupa di facilitare l’accesso degli utenti ai vari servizi offerti dal Comune, attraverso il sito internet e lo sportello.
Ed è proprio allo sportello, aperto tutte le mattine, che la maggior parte delle persone si rivolge ogni giorno; a volte con richieste davvero strampalate.

Mi presento: sono Maria!

Fotografia di Maria AllaraCiao a tutti! Mi chiamo Maria Allara e ho 22 anni.
Sono una studentessa di psicologia. Ho scelto il Servizio Civile perché penso che sia molto utile per avvicinarsi al mondo del lavoro. È una grande opportunità. Per questo quando ho saputo di essere stata presa ero felicissima!!! Ho iniziato da poco a lavorare presso l'ufficio dell' Urp del Comune di Vercelli. Sto imparando come “funziona” tutta la macchina che sta dietro ai vari servizi della città. Alcuni li conoscevo già prima, altri invece li sto scoprendo. Devo dire che è utilissimo.
C'è tanta gente che ogni giorno passa dall'ufficio a chiedere delle informazioni, poter dare loro una mano è gratificante. L'ufficio si basa molto sulla comunicazione, un fattore molto importante non solo all'interno del mondo lavorativo, ma anche nella vita di tutti i giorni. Si può imparare molto dagli altri.
Detto ciò, auguro un grande “in bocca al lupo” per chi in futuro vorrà provare a fare questa esperienza e a chi già la sta facendo!

Mi presento: sono Denise!

Immagine Denise Ciao! Mi chiamo Denise, ho 24 anni e abito a Vercelli. Sono laureata in Lettere e da pochi mesi ho conseguito la laurea specialistica in Filologia Moderna. Per descrivere la mia personalità e il mio carattere è sufficiente dire che sono una persona totalmente incapace di stare ferma, sia in senso fisico sia in senso più astratto. Per questo motivo, mentre frequentavo il Liceo, ho scelto di incanalare le mie energie in lavoretti e attività extrascolastiche e da allora non mi sono più fermata. Ho lavorato un po’ ovunque; mi sono impegnata molto e divertita ancora di più, accumulando esperienze che mi hanno resa molto felice; ho conosciuto amici e colleghi speciali. Ho gioito con loro, sperato e condiviso momenti. Mi sono indignata, offesa o incaponita. E mentre gli anni passavano e io facevo tutte queste cose (in una parola “crescevo”) ho scoperto l’amore per la comunicazione e per le persone. Mi piace stare a contatto con la gente, scrivere, spiegare, progettare, aiutare, imparare. Ho scelto quindi di svolgere il mio Servizio Civile nel tempio della comunicazione con il pubblico: l’Urp del Comune di Vercelli, dove mi occuperò di affiancare le attività di sportello e di gestione delle comunicazioni online ai cittadini. Da questo anno che mi si pone davanti mi aspetto di mettermi in gioco in un campo che tanto mi appassiona. Spero di continuare a imparare, gioire, condividere, indignarmi e di impegnarmi molto. In una parola, spero di continuare a crescere.

Intervista all'Olp Annamaria Ivaldi

Immagine Anna IvaldiChi è l’Olp Anna e chi è Annamaria?
Non vedo tanta differenza, nel senso che è vero che quando esco di qui cerco di non portarmi a casa pensieri o ansie dell’ufficio, ma non vedo nessuna differenza tra il mio comportamento in ufficio e a casa. Non penso di essere diversa e, per quel che riguarda soprattutto il ruolo di Olp, ancora meno perché trovo che questo ruolo sia molto umano rispetto a quello di responsabile di servizio perché vedo in voi dei figli.
Una sua giornata tipo?
La giornata tipo è una giornata agitata, veloce e piena di imprevisti. È anche vero che questo tipo di giornata mi permette di non annoiarmi. Di solito compio degli errori quando c’è poco lavoro perché mi rilasso e quindi sbaglio. Sono abituata a lavorare sotto pressione quindi, quando ho tante cose in testa, sbaglio di meno. La mia giornata tipo è improntata al multitasking, come si usa dire adesso. Più sono multitasking più rendo bene. La mia giornata tipo ideale è quella dove si corre e poi, a un certo punto, ci si ferma e si fanno attività di lavoro più rilassanti, come sperimentare nuovi programmi di lavoro. Mi permetto di trascorrere del tempo nel fare queste cose perché sono lo spunto per nuove idee. L’ozio è sempre foriero di nuove idee. È una regola generale (ride).
Perché si fa Servizio Civile all’Urp secondo lei?
Perché siamo bravi a organizzare i progetti con Danilo (ride). Beh, diciamo che prima di tutto perché all’Urp si progetta. Poi perché i ragazzi facciano Servizio Civile all’Urp ci vogliono sicuramente due aspetti: uno l’interesse alla comunicazione e l’altro è l’interesse alla gente. Sono solo questi quelli fondamentali, tutto il resto è accessorio. Deve piacerti essere utile alla gente e devi essere interessato alla comunicazione. Ricordo quando è nato l’Urp nel 1998 ho seguito molti corsi e ricordo un insegnante che disse che l’Urp ideale è l’Urp vuoto perché, se comunichiamo bene prima, le persone non hanno bisogno di rivolgersi allo sportello. Questo allora sembrava un po’ un’utopia adesso invece con Internet penso che  fra vent’anni potrebbe succedere,  dato che il nostro lavoro si sta spostando sempre più sul tecnologico 
Chi sono i volontari del Servizio Civile?
Ci sono due categorie di volontari del servizio civile. Ci sono quelli che lo fanno proprio perché vogliono fare un’esperienza importante e ci sono quelli che lo fanno perché si ritrovano alla fine delle scuole superiori a dover decidere cosa fare della loro vita e che quindi vedono il Servizio Civile un po’ un “parcheggio”. Io non giudico negativo nessuno dei due. Certamente, dà più soddisfazione chi è più propositivo e chi ci crede, ma ho avuto esperienze buone anche con ragazzi che erano indecisi su cosa fare nella vita e avevano bisogno di un attimo per pensarci. Per me è veramente positivo anche quello. Poi, una volta che sono nell’ufficio e si trovano bene, vedo che tutti danno il loro contributo. Chi sono i volontari è abbastanza irrilevante, perché poi ognuno riesce a dare qualche cosa. Io penso che chiunque, basta che sia una persona corretta, riesca sia a dare sia a ricevere dal Servizio Civile.
Immagine Anna IvaldiUn episodio divertente accaduto all’Urp?
(Ride) Avevamo iniziato a scrivere un quaderno con gli episodi migliori, ma poi è andato perso. L’episodio che ci è rimasto più impresso è avvenuto quando un signore  è entrato in ufficio con una biscia che aveva trovato in giardino e ci ha chiesto se, secondo noi, fosse un serpente velenoso.
Chiuso lo sportello l’Urp diventa….?
Chiuso lo sportello l’Urp diventa soprattutto un posto di persone che stanno bene assieme. Per me è importante che non ci siano tensioni in ufficio: passiamo qui tantissimo tempo e dobbiamo andare d’accordo. Se c’è qualcosa che non va ce lo diciamo subito. Una volta chiuso l’ufficio quindi diventa un posto piacevole in cui lavorare.
L’intervista è finita….faccia un augurio ai ragazzi del Servizio Civile!
Ai volontari di questo anno consiglio di cercare di fare gruppo, perché ho visto negli anni che quando i ragazzi erano uniti si divertivano molto di più. Perché ci si scambia esperienze e si vive assieme il Servizio Civile. Indipendentemente dal lavoro tra di voi cercate di fare gruppo perché molto più divertente.
 

Denise e Maria

VERCELLI GIOVANI

VERCELLI GIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
INFORMAGIOVANI

INFORMAGIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 800
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI
Lunedì 9.30-12.30
Mercoledì 14-17
Venerdì 9.30-12.30
SERVIZIOCIVILEVERCELLI

SERVIZIOCIVILEVERCELLI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
Tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Site Meter