CULT1. La formazione

Giovedì 17 settembre 2015 si è conclusa la formazione relativa al sistema culturale di Vercelli. Un modulo formativo che ha portato me e Giulia, volontari del progetto COOL TOUR IN CULTURE, a scoprire e conoscere il sistema museale e il patrimonio artistico diffuso in città e i rapporti tra le istituzioni di tutela e valorizzazione e rete del territorio.
L'esperienza è iniziata a luglio con le visite al patrimonio biblioteconomico della Biblioteca Civica e Archivio Storico, con formatrice Patrizia Carpo, responsabile dell'Uffico Archivio Storico e della Sezione Manoscritti e Rari e della catalogazione SBN della biblioteca nonché OLP di SCN, e alla Biblioteca Agnesiana e Diocesana in cui il formatore è stato l'architetto Daniele De Luca, direttore dell'Ufficio Beni Culturali, Archivio Storico e Biblioteca Agnesiana e Diocesana.
Ad agosto siamo stati formati sulla collezione artistica del Museo Borgogna, formatrici sono state Cinzia Lacchia, conservatrice delle collezioni e OLP di SCN, e Roberta Musso, responsabile della Sezione Educativa del museo.
Negli ultimi giorni dello stesso mese io e Giulia abbiamo partecipato ad un evento organizzato al Museo del Tesoro del Duomo. Una serata, ideata da Timoty Leonardi, responsabile del Comitato Tecnico-Scientifico dell'Archivio della Biblioteca Capitolare e formatore di SCN, che ha mostrato un diverso aspetto della formazione; la conoscenza e la curiosità per il patrimonio artistico non per forza deve avvenire attraverso canali tradizionali ma può aprirsi ad esperienze nuove, inconsuete ed inimmaginabili. Ecco che la formazione riguardo le collezioni del Museo del Tesoro del Duomo, in particolare della Biblioteca Capitolare, si è trasformata in un'esperienza multisensoriale, “Dal sapere al sapore”, tra degustazioni di birra e consultazioni di manoscritti.
Per concludere il ciclo formativo il 17 settembre siamo stati accompagnati nelle sale del Museo Leone da Riccardo Rossi, responsabile della Biblioteca e dell’Archivio del museo, e da Luca Brusotto, conservatore delle collezioni del museo e formatore di SCN, scoprendo la storia dietro gli edifici che compongono il museo e la curiosa vita di Camillo Leone, notaio e amante dell'antichità, che nel corso della sua vita raccolse innumerevoli oggetti, suppellettili, reperti archeologici ed opere d'arte e che, per suo volere, dopo la sua morte mise a disposizione della città con la fondazione del museo.
Museo Leone e Museo Borgogna nati entrambi dalla passione di questi due personaggi, Camillo Leone e Antonio Borgogna, per l'arte, per la cultura e per la città di Vercelli e il suo crescere culturale. Le collaborazioni tra questi due filantropi probabilmente hanno avvicinato alla creazione dell'idea di una “Vercelli Città d'Arte” ma, nonostante sia passato un secolo dalla loro morte, le collaborazioni tra le istituzioni vecchie e nuove continuano e alimentano la concretezza di questa idea di città.
 
VERCELLI GIOVANI

VERCELLI GIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
INFORMAGIOVANI

INFORMAGIOVANI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
tel. 0161 596 800
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI
Lunedì 9.30-12.30
Mercoledì 14-17
Venerdì 9.30-12.30
SERVIZIOCIVILEVERCELLI

SERVIZIOCIVILEVERCELLI

P.zza Municipio, 3 Vercelli
Tel. 0161 596 608
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Site Meter